Voglia di proteggere casa, ufficio, azienda o negozio con l’installazione antifurto Milano? Se la tua necessità è quella di avere maggior sicurezza, puoi rivolgerti con fiducia ad Help elettricista Milano. Siamo operativi a Milano anche con un servizio rapido ed urgente.

L’installazione antifurto consente di ridurre il rischio di visite indesiderate nel proprio appartamento o nella propria casa singola. Affinché la protezione sia efficace, il sistema di allarme deve possedere dei particolari requisiti. 

Il perimetro della casa consiste nell’intera linea immaginaria che un ladro non può oltrepassare. I muri una barriera che non può sfondare. Poi ci sono le aperture (finestre, porte …), così come giardini o angoli esclusivi. Naturalmente, la tipologia di sensori da montare sarà di diverso tipo in relazione alla zona da salvaguardare. 

Installazione antifurto Milano esterni: le proposte in commercio

Se ci sono spazi esterni non comuni, è possibile proteggersi mediante le barriere a microonde o a infrarossi (PIR). Al di là della tecnologia adottata, le barriere lavorano in coppia e costituiscono una sorta di muro virtuale. Se una volta attivate, vengono oltrepassate da un essere umano o un mezzo, scatta l’allarme. Questi sistemi sono prevalentemente impiegati dove ci sono ampie aree esterne e lunghe distanze da coprire.

Per la protezione da effrazioni su porte e finestre, la barriera ha un principio di funzionamento identico. Cambiano esclusivamente il design e la lunghezza protetta. Dato che i componenti in questione vanno installati su finestre e porte finestre, le linee si integrano con l’architettura dell’abitazione. 

Sensori per le tapparelle

Riguardo invece ai sensori per le tapparelle, hanno l’obiettivo di rilevare i movimenti verso l’alto o verso il basso. Inoltre, sono in grado di percepire eventuali strappi o tagli prodotti nel tentativo di fare irruzione. In commercio sono presenti sensori ad asta, a cordino e a scorrimento. Il più diffuso è a cordino, composto da uno scatolotto, contente un roller switch che avvolge il filo. 

Al momento dell’installazione antifurto Milano il filo del sensore è in tensione; in caso di tentativo di alzare la tapparella, la rotazione azionerà il roller switch e conseguentemente un allarme. Ricorrendovi non si è obbligati a chiudere totalmente la tapparella nel momento di uscire, anche se è preferibile, onde evitare falsi allarmi. Perseguono un obiettivo analogo i sensori per le porte e le finestre. Nella fattispecie, si punta a intercettare il movimento dell’infisso, affinché un’apertura possa essere prontamente rilevata e segnalata alla centralina. Il contatto ha le dimensioni e la forma in funzione del tipo di installazione e materiale del serramento da proteggere. Uno per infisso in alluminio sarà, ad esempio, diverso rispetto a uno per porta in ferro. Infine, i sensori rottura vetro e sismici, montati in abbinamento a quelli di protezione perimetrale, sanno percepire vibrazioni anomale. 

Installazione antifurto Milano interni a microonde e/o a infrarossi

All’interno di un appartamento l’installazione antifurto mira a determinare il movimento e la presenza in un determinato volume sotto controllo. I sensori volumetrici a infrarossi valutano repentine variazioni di temperatura nell’ambiente. Così se entrerà una persona, si registrerà uno sbalzo e l’impianto ne darà tempestivo avviso. 

Piuttosto difficile da spiegare è il funzionamento scientifico del sensore a microonde. Anche perché certi modelli sfruttano un concetto di equilibrio energetico e gli altri l’effetto doppler. Se basati sull’equilibrio energetico, irradieranno con potenza tale da riempire le zone vuote del loro campo d’azione. Appena si registrerà l’intrusione, l’energia muterà e il relativo sbilanciamento rappresenterà un segnale d’allarme. Se trova applicazione l’effetto Doppler, si mette in pratica il principio secondo cui:

  • se l’oggetto è fermo la frequenza d’onda riflessa è uguale;
  • se l’oggetto è in movimento la frequenza d’onda è differente (segnale di pericolo). 

A doppia tecnologia

Scegliere risulta difficile? I sensori a doppia tecnologia (DT) sfruttano sia la tecnologia a infrarossi sia a microonde. I produttori hanno iniziato a proporli, pure dotati di telecamera. Da non confondere con la videosorveglianza, in quanto non hanno eguale portata. 

Nebbiogeno, a tenda, PET Immune: le peculiarità

Un’aggiunta opzionale alla sirena è il sensore nebbiogeno. Invece di emettere avvisi sonori, scalda rapidamente un liquido conservato al proprio interno che in poco si propaga nella stanza. Il fumo è bianco, ed impedisce la visione ad un possibile ladro. Si tratta di un componente sicuro, non irritante né per le persone né per gli animali. 

Infine, esistono tutte una serie di impianti da usare in circostanze particolari. Quelli a tenda generano una tenda invisibile, superato il quale scatta l’allarme. I macchinari PET Immune tengono conto della presenza degli animali. A proposito invece delle sirene è opportuno compiere una distinzione: 

  • le esterne hanno solitamente batterie e sono antimanomissione;
  • le interne hanno lo scopo di disorientare e creare confusione nel ladro. 

Installazione antifurto Milano fai-da-te o con un professionista?

A questo punto, conclusa la panoramica, verrà naturale chiedersi come effettuare l’installazione antifurto. Meglio pensarci da soli o affidarsi ad un tecnico qualificato? La seconda opzione resta la migliore, anche per l’assistenza garantita nei momenti di necessità. Per verificare la serietà e competenza del professionista in questione, è bene accertare che sia abilitato al rilascio della dichiarazione di conformità. 

Call Now ButtonCHIAMA ORA